Fissare i limiti di emissione: la Direttiva sulle emissioni di solventi COV (SED)

La tutela dell’ambiente è parte integrante della filosofia di gestione dei prodotti di SAFECHEM, nonché elemento base della nostra ragion d’essere. L’Unione Europea ha inoltre contribuito introducendo la Direttiva sulle emissioni di solventi COV, il principale strumento politico per la riduzione delle emissioni industriali di composti organici volatili nei 27 stati membri dell’Unione.

La direttiva, entrata in vigore il 31 ottobre 2007, riguarda un’ampia gamma di attività che fanno uso di solventi, quali attività di stampaggio, pulizia di superfici, verniciatura e rivestimento, pulizia a secco, fabbricazione di calzature e prodotti farmaceutici. La SED fissa i limiti di emissioni per i COV nei gas di scarico e i livelli massimi per le emissioni volatili dei solventi.

Scopo principale della direttiva è la riduzione di potenziali pericoli. Essa intende innanzitutto prevenire o almeno ridurre gli effetti diretti o indiretti delle emissioni COV nell’ambiente, in particolare nell’aria. In secondo luogo, essa ha comportato l’attuazione di misure e procedure per ridurre qualsiasi rischio potenziale alla salute dell’uomo legato ad attività che vengono condotte superando i limiti stabiliti per l’impiego dei solventi.

Tutti gli impianti nuovi ed esistenti devono essere conformi ai limiti imposti dalla SED.

Per ulteriori notizie sulla SED, leggere:

VOC-Directive  (109KB PDF)

The European Solvent Emissions Directive: Knowing Your Options 
di Richard Starkey, rappresentante SAFECHEM per il Regno Unito

ECSA Guidance on the Solvents Emissions Directive for Chlorinated Solvent Users