Flessibilità, produttività e sostenibilità del processo di pulizia

La maggior parte dei processi di pulizia industriale deve consentire una grande flessibilità per ottenere risultati accettabili per una vasta gamma di applicazioni di pulizia. Questo perché la pulizia di materiali di substrato differenti, quali metalli, plastica o una combinazione di questi, comporta necessità diverse. Allo stesso modo, la specificità delle esigenze è legata alla dimensione, al tipo e all’entità della contaminazione (che sia olio, cera, residuo di emulsioni o particelle) e infine ai requisiti specifici di pulizia.

Un sistema di pulizia eccellente messo a punto per un lavoro specifico può essere inefficace se applicato a un substrato o residuo diverso da quello previsto o se usato per differenti esigenze di pulizia. A questo proposito, l’impiego di solventi per operazioni di pulizia risulta essere una soluzione più flessibile ed efficace rispetto alla pulizia a base di acqua.

Tra i fattori importanti presi in esame per migliorare la flessibilità troviamo la facilità di separazione e di recupero, il potere solvente per una vasta gamma di residui, la disponibilità e sostenibilità dei solventi, i servizi e la legislazione.