Chemical Product Services: cambiare atteggiamento

Le richieste dei clienti, le preoccupazioni in materia ambientale e gli obblighi legali hanno portato a un nuovo accordo di collaborazione grazie al quale tutte le parti trarranno beneficio.

Guidato dai principi di Product Stewardship, il concetto di Chemicals Product Services (CPS) intende ottimizzare l’efficienza attraverso una combinazione di vendite di prodotti e fornitura di servizi.

L’idea è di offrire non soltanto i solventi, poiché i clienti necessitano anche di esperienza e know-how in base alle Migliori Pratiche per conformarsi alla normativa, ottimizzare il loro uso di sostanze chimiche e ridurre le emissioni.

La combinazione della vendita di servizi oltre ai solventi significa che i fornitori possono concentrarsi sull’ottimizzazione dell’efficacia dei solventi e quindi ridurre il consumo da parte degli utilizzatori.

Gli introiti persi dai fornitori come risultato di un uso più efficiente dei solventi possono essere parzialmente sostituiti dal reddito ricavato dai servizi, creando così un’ideale situazione di successo.

Il Chemical Product Services implica un notevole cambio di modello per conto di tutte le parti interessate nella catena di valori.

Chemical Products Services paradigm shift diagram
 

Un classico modello CPS per il settore di pulizia industriale delle superfici include:

  • solventi e servizi venduti in combinazione
  • sistemi di sicurezza a ciclo chiuso che consentono un’efficace gestione del rischio
  • collaborazione in un’alleanza di servizi lungo l’intera catena di fornitura
  • ottimizzazione del processo di pulizia fornendo consulenza e servizi

Il Chemical Leasing è un altro modello CPS con cui viene venduta la prestazione del prodotto anziché una combinazione di sostanze chimiche e servizi.